mercoledì 28 dicembre 2011

Un bellissimo regalo


Durante il darshan del 26 dicembre, Gurudeva, a sorpresa, ci ha fatto un bellissimo regalo: i darshan continueranno ogni sera, fino al 30 dicembre! Incommensurabile è l'amore del Guru!

martedì 27 dicembre 2011

La Saggezza dell'Amore - Sri Swami Vishwananda


PER OTTENERE UNA VISIONE MIGLIORE CLICCATE SULL'IMMAGINE

giovedì 22 dicembre 2011

La luce del Signore


Io come luce sono venuto nel mondo,
perchè chiunque crede in me
non rimanga nelle tenebre.

Gv.12,46

martedì 20 dicembre 2011

Il Signore è già qui


La Vergine Maria, da cui Cristo ha preso vita, rappresenta la purezza del cuore.Spesso è rappresentata dai gigli, puri e bianchi, senza macchia alcuna. Il cuore umano dovrebbe essere così. E così dalla purezza del vostro cuore Dio può prendere vita. Il Signore è già qui! Nel profondo, che aspetta di venire fuori.
Quindi mettetelo in pratica: ogni giorno dite a voi stessi "Io sono Spirito, io sono il Cristo" e lasciate che questo si rifletta all'esterno.
Sri Swami Vishwananda

lunedì 19 dicembre 2011

La Saggezza dell'Amore - Mahavatar Babaji

PER OTTENERE UNA VISIONE MIGLIORE CLICCATE SULL'IMMAGINE

domenica 18 dicembre 2011

Ricorda che sei Spirito!


Gesù non nasce solo una volta all'anno. Bisogna rivivere la nascita di Cristo nella propria interiorità. La ragione per cui Lui si è incarnato è per ricordarci che non siamo semplicemente esseri umani, non siamo solo ciò che si vede all'esterno. Siamo anche parte del Creatore.(...)Se pensate a voi stessi come semplici esseri umani, sarete solo normali esseri umani. Se ricordate il Sè nella sua identità con lo Spirito, raggiungerete il livello in cui siete Spirito.
Sri Swami Vishwananda

venerdì 16 dicembre 2011

Nella pace del tuo cuore


Quando sei centrato, quando ti concentri, preghi, canti il Nome di Dio, quel momento riguarda te e Dio. Cristo dice: Se volete pregare, non rendetelo uno spettacolo. Andate nell'angolo più buio dove voi e il vostro Padre, voi e Dio siete soli, dove potete conversare con il Divino. E questo angolo, dove potete essere in pace, è il vostro cuore.
Sri Swami Vishwananda

martedì 13 dicembre 2011

Lo specchio del cuore


Il cuore è come uno specchio coperto di unto. Finchè su di esso c'è il grasso, pensi che vedrai chiaramente? Non vedrai mai il tuo riflesso in modo chiaro. Sarai consapevole che c'è un riflesso, certo, ma sarà molto nebbioso. Allora, finchè non lo pulisci, è difficile vedere la luce, non è vero? Dal momento che la cosa più vicina a te è il corpo, per prima cosa bisogna purificare il corpo. Quando il corpo è pulito, la mente è pulita; quando la mente è pulita, è puro anche il cuore. E quando il cuore è puro, la luce divina risplenderà attraverso te e tutti la vedranno molto chiaramente.
Sri Swami Vishwananda

sabato 10 dicembre 2011

La forza della preghiera

Pregare può trasformare tutta la tua vita in oro. Può trasformare tutta la negatività in purezza.
Sri Swami Vishwananda


venerdì 9 dicembre 2011

Per desiderio di Guruji

Anche quest'anno è desiderio di Guruji che per Natale non gli vengano fatti regali personali. Se desiderate "farGli un regalo" continuate a contribuire alla ristrutturazione di Shree Peetha Nilaya e quindi a sostenere la missione di Guruji.

"Il nostro Centro è un progetto di unità per tutti, ma si realizzerà solo se tutti si prenderanno per mano.” - Sri Swami Vishwananda

martedì 6 dicembre 2011

Pacchetto di Natale

"Cristo nasce ogni giorno nel cuore dell'uomo"
Sri Swami Vishwananda

Per trovare il Natale nella nostra interiorità ...
Ogni anno, in tutto il mondo, si celebra il Natale insieme, la nascita di Gesù Cristo, Colui che è venuto per redimere l'umanità, il grande Maestro che è un esempio di umanità, compassione e devozione.

Swami dice che nelle Mauritius, il Natale non è solo una festa per i cristiani, ma viene celebrata dai membri di tutte le religioni: "La nascita di Cristo è qualcosa di molto mistico, perché Cristo rinnova la sua nascita, ogni anno, ogni volta che lo celebriamo, nel cuore dell'uomo ".

Quando si tenta di connettersi con Dio, Cristo e i grandi Maestri nel periodo natalizio, si crea una solida base per il nuovo anno. Cristo crea nel nostro cuore un durevole punto di riferimento di amore, perché ci rendiamo conto che siamo tutti figli dell' Unico Dio .




Per Natale quest'anno abbiamo messo insieme un pacchetto, che ha lo scopo di aiutarci a scoprire il Natale nell'interiorità dei nostri cuori. Il pacchetto contiene un cuore di quarzo rosa e una candela della pace di cera d' api, che sono stati benedetti da Swami stesso e sono un richiamo alla luce e all'amore di Gesù. Con la fiamma della candela benedetta da Swami, possiamo accendere tutte le candele del prossimo anno.

L'incenso simboleggia i doni di incenso e mirra dei Re Magi . E nel nuovo DVD di Natale, Swami condivide le sue riflessioni sul Natale e sul suo significato.

Il ricavato di 29 Euro (più spese di spedizione) per ogni pacchetto verrà interamente devoluto al progetto di ristrutturazione del Bhakti Marga Center "Shree Peetha Nilaya" in Springen. Il pacchetto di Natale può essere ordinato online a : www.bhaktishop.de (Se non vi è possibile ordinare on-line, si può fare l'ordinazione anche via e-mail: daya@bhaktimarga.org)

Vi auguriamo un Buon Natale, molta luce e benedizioni!

Paartha e Naamdev
A nome di tutta la squadra Bhakti Marga.

PS: gli “ Amici di Bhakti Marga” avranno uno sconto del 10%! Se siete interessati ad aderire a “ Amici di Bhakti Marga”, potete inviare una mail a tusti@bhaktimarga.org

lunedì 5 dicembre 2011

La Saggezza dell'Amore - Mahavatar Babaji


PER OTTENERE UNA VISIONE MIGLIORE CLICCATE SULL'IMMAGINE

sabato 3 dicembre 2011

Intervista a Sri Swami Vishwananda (Verona 2011)

D: Siamo vicini al 2012 e da tempo girano voci di imminenti catastrofi ed epurazione del genere umano vuoi dire qualcosa a quelle persone che provano ansia e preoccupazione per tali notizie?

Guruji: Mi piace questa domanda…me la chiedono sempre tutti!

Non c’è nulla di cui preoccuparsi. Naturalmente il mondo sta cambiando ma il mondo è sempre stato in cambiamento..

Dio ama questo mondo così tanto! Certo a volte deve dare qualche schiaffetto a questo bambino discolo per ricordargli i suoi compiti, ma Egli non è crudele.

Ci sono persone che aspettano la fine del mondo. Ho sentito che vi è un gruppo in America che crede che il 31 maggio il mondo finirà. Che fare? Grazie a Dio oggi è il 27! (giorno dell’intervista ndr). È una setta cristiana americana che crede che il mondo finirà il 31 maggio. L’ho letto su un giornale mentre mi recavo in Israele. Ho riso molto.

E te lo possono spiegare molto bene. Te lo possono anche spiegare scientificamente. Ma non ha assolutamente nessun senso.

La stessa cosa è con il 2012. Arriverà. Le cose cambieranno, succederanno degli eventi ma ne stanno già succedendo. E in futuro ne succederanno di più. Ma il mondo sarà sempre al suo posto.

Ci sono anche alcune persone che credono che nel 2012, esattamente il 21 dicembre 2012 diventeranno tutti realizzati. Va molto bene pensarla così. Se ci credete fortemente, succederà. E Dio non vi rifiuterà. Ma dovete dedicare voi stessi pienamente, completamente, in corpo mente e spirito. Questo è l’abbandono.

mercoledì 30 novembre 2011

Mahavatar Babaji e Guruji - Intervista a Sri Swami Vishwananda - seconda parte (Verona 2011)


D: Com'è avvenuto il primo incontro con Babaji?

Guruji: Il mio primo contatto con Babaji avvenne quando avevo circa 4 o 5 anni, lui mi visitò in ospedale dove fui ricoverato poiché avevo ingerito dei semi velenosi nelle Mauritius. Era in piedi fuori dalla stanza dell'ospedale e regalava caramelle a tutti i bambini. Mi avvicinai e chiesi perché fosse qui e mi rispose che lui era venuto a visitare tutti i suoi figli, poi, piegandosi verso di me, disse: "Lo sai tu chi sei?" Beh, come bambino non mi ero mai posto tale domanda. Successivamente mi disse di osservare una luce dietro di lui. Io provai a guardare ma non potei scorgere nulla. Allora si chinò e mi guardò dritto negli occhi sussurrandomi: "Guarda bene!" In quel momento vidi una aureola brillante come il sole ma al suo interno c'era un'altra luce ancora più brillante.. è stato incredibile! Poi mi disse “Quello sei tu.” Ad un certo punto mi disse che era giunta l'ora di andare in quanto si stava avvicinando l’orario di visita per i genitori e scomparve.

D: Quando incontri Babaji lo fai sul piano fisico o astrale?

Ci incontriamo in entrambi i piani, sia fisico che astrale.

D: Puoi descrivere un incontro con Babaji?

Guruji: No.. è come un tesoro che custodisco nel mio cuore. Forse un giorno lo racconterò se Babaji lo acconsentirà.

D: Può dire quando è successo e il luogo di incontro?

Guruji: Non c'è tempo o un luogo particolare, può accadere in qualsiasi momento e in qualsiasi località.

D: Cosa vuole esattamente da te Babaji?

Guruji: Lui vuole che diffonda l'Atma Kriya, cosa che sto facendo. Ma soprattutto, la cosa più importante che Egli vuole, è che le persone cambino. Non forza nessuno a cambiare ma visto che il mondo sta cambiando le persone devono aprirsi a ciò.

martedì 29 novembre 2011

Mahavatar Babaji e Guruji - Intervista a Sri Swami Vishwananda (Verona 2011)


D: Il tuo Guru è Mahavatar Babaji?

Guruji:

D
:Chi è Babaji?

Guruji: Babaji è un grande asceta, anzi uno Yogi, che vive in Himalaya, ed è tutt’ora vivente. Ha manifestato se stesso 5 mila anni fa. È stato chiamato qui per essere il Guru dei Guru

D: Lo hai incontrato personalmente?

Guruji:

D:Puoi incontrarlo quando lo desideri?

Guruji:

D: Puoi descrivere fisicamente Babaji?

Guruji: Babaji è alto circa 1 metro 90, magro e con lunghi capelli neri che, quando è in piedi, gli scendono lungo la schiena sino alle ginocchia. La sua bella pelle chiara è sempre perfettamente rasata, forse la sua barba non cresce. Molto sereno e gentile, ma soprattutto molto molto umile e pieno di amore.

D:Fu Lui a contattarti per primo o tu?

Guruji: Fu Lui a contattarmi per primo, in quanto questa è la tradizione. Noi diciamo che è sempre il Guru che cerca i suoi discepoli.

lunedì 28 novembre 2011

Intervista a Sri Swami Vishwananda (Verona 2011)


D: Per quale motivo la mente viene definita “foresta” o “vana”?

Guruji: Perché se ci si avventura in una foresta senza avere una guida, ci si può perdere per giorni e giorni. Con la mente è la stessa cosa: se ci si avventura nella mente senza una guida che possa condurti fuori, vi potete perdere in questo mondo di maya.

D: Perchè dovremmo andare oltre la mente o nirvana?

Guruji: La mente vi terrà sempre qui, a questo livello, perchè per diventare attiva, essa ha bisogno di un oggetto e quindi vi terrà sempre consapevole dell’oggetto qui.

Per ottenere quello che si chiama nirvana oppure Auto Realizzazione o Realizzazione di Dio, bisogna andare oltre la mente. Per questo in tutte le culture la prima cosa che si dice è di calmare la mente. Ed è per questo che si danno da cantare dei mantra, il Nome Divino, o si dà il rosario. Tutti i Nomi Divini aiutano grazie alle vibrazioni che emanano, e nello stesso tempo calmano la mente. Perché la mente è come un bambino capriccioso: quando gli dai un giocattolo, il bambino si calma e comincia a giocare. Ma il giocattolo non è la meta ultima. Alla fine il bambino getterà via il giocattolo e correrà dalla madre.

D: La mente si può stufare dopo parecchie incarnazioni?

Guruji: Spesso quando ci si reincarna non si ricordano moltissime cose e questo è un bene. Se ci ricordassimo le incarnazioni precedenti e non avessi imparato a gestirle, ad affrontare i ricordi, invece che aiutarci a progredire, ci sarebbe solo di danno.

domenica 27 novembre 2011

Intervista a Sri Swami Vishwananda (Verona 2011)


D: Cos'è il Kriya Yoga e a che cosa serve?

Guruji: Il Kriya Yoga è una pratica o tipo di sadhana che aiuta a dissolvere il karma passato e quello attuale e ad avanzare più velocemente .

D: Quanti tipo di Kriya ci sono nel tuo insegnamento?

Guruji: Nei miei insegnamenti ci sono 9 forme di Kriya che sono le 9 forme della Bhakti o 9 forme di devozione.

D: Cos'è la malattia?

Guruji: La malattia è una creazione della mente attraverso la paura. In realtà oggi, a parte i batteri che sono ovunque, la radice della maggior parte delle malattie sono opera dell’uomo, sono creazioni dell’uomo. Tutta l'energia negativa che conserviamo e reprimiamo dentro di loro, deve per forza andare da qualche parte e deve per forza uscire dalla parte in cui si è diretta e lo fa manifestandosi come malattia.

giovedì 24 novembre 2011

Intervista a Sri Swami Vishwananda (Verona 2011)


D: Ricordi le tue vite precedenti?

Guruji: Tutte

D: Vuoi descriverne brevemente una in cui ricordi qualcosa di importante che hai portato con te in questa?

Guruji: Ogni volta che ci si incarna si porta tutto con sé e non solo una parte. Alcune parti rimangono però quiescenti perchè non sono necessarie. Altre parti si risvegliano per giocare il gioco di questa vita.

Ma io non parlo delle mie vite precedenti perchè non mi piace farlo.

D: Il karma è una punizione divina o un'opportunità per diventare divini?

Guruji: Non esiste la punizione divina; è sempre un'opportunità per diventare migliori

mercoledì 23 novembre 2011

Intervista a Sri Swami Vishwananda (Verona 2011)


D: Puoi spiegare la reincarnazione come se la spiegassi a qualcuno che non sa nulla a questo riguardo?

Guruji: Dipende da ciò in cui crede la persona; ciò che puoi spiegare è in conformità a questo. Per esempio nella cristianità il tema della reincarnazione non piace molto. Se una persona non crede, come può capire? E non c’è necessità di convincere le persone a credere.

Potete guardare ciò che ha detto Cristo nella Bibbia quando la gente andò da Lui e gli chiese: “Chi è Giovanni Battista? È il profeta Elia?” E Cristo rispose “In verità vi dico, Elia è già venuto ma voi non lo avete riconosciuto.”

C'è anche un altro passaggio famoso, quando portarono a Gesù Cristo un cieco e i farisei gli chiesero: “Dicci maestro qual è il peccato che sta espiando? Perché è cieco? È un peccato dei suoi genitori? È un peccato dei suoi antenati?”

E Gesù rispose: “No, il peccato è suo”.

Ma questo povero uomo è nato cieco, quindi come fa ad essere già peccatore? Quindi è causato da quello che ha fatto prima, nella sua vita precedente.

La cristianità in realtà credeva nella reincarnazione fino al concilio di Nicea, da dove poi è stata rimossa.

D: Com'è possibile liberarci dal ciclo continuo delle reincarnazioni?

Guruji: Attraverso la Sadhana (pratica spirituale ndr) e credendo fermamente che Dio è misericordioso, e non solo affermandolo a parole.

lunedì 21 novembre 2011

La Saggezza dell'Amore - Mahavatar Babaji

PER OTTENERE UNA VISIONE MIGLIORE CLICCATE SULL'IMMAGINE

domenica 20 novembre 2011

Intervista a Sri Swami Vishwananda (Verona 2011)


D: Sei a conoscenza di una città spirituale segreta qui sulla Terra chiamata Shambala protetta dalla catena dell’Himalaya?

Guruji:Si

D: Puoi dirci qualcosa su di essa?

Guruji: E' una città segreta quindi non ne dovremmo parlare.Comunque ti posso dire che questa città non è in questa dimensione ma nella terza dimensione.

D: Però è ubicata sull'Himalaya?

Guruji: Nei dintorni.

D: Ci sono molte persone che la stanno cercando!

Guruji:Possono cercare fin che vogliono. Ma bisogna trovare la Shambala interiore, prima di essere in grado di trovare la Shambala esterna. La mente è così concentrata a trovare la Shambala esteriore, che non sarà mai in grado di trovarla.

D: Puoi dirci che tipo di attività si svolgono in essa?

Guruji: Si svolgono tantissime attività in quel luogo, ma non sono le attività comuni di qui.

Per esempio i Santi che vivono a Shambala lavorano in una dimensione molto elevata per il benessere del mondo. Anche solo con la loro presenza in quel luogo contribuiscono al benessere di tutto il nostro mondo. Come sono presenti là così possono essere presenti ovunque.

D: C'è una città simile nella zona delle piramidi egizie?

Guruji: No... in Russia.

D: Se tu volessi potresti accedere a Shambala?

Guruji: Ovunque!

sabato 19 novembre 2011

Intervista a Sri Swami Vishwananda (Verona 2011)



D: Può un Deva o uno yogi decadere dal suo stato spirituale?

Guruji: è abbastanza raro ma è possibile. Ma non accade a uno yogi. Un'asceta può decadere ma uno yogi no. Questo è quello che dice anche Krishna nella Gita ed elogia gli yogi per questo motivo. Nella Gita Krishna dice: “Diventa uno yogi non un asceta”. Uno yogi è al di sopra di ogni cosa.

D: Quindi il termine "yogi" che normalmente si usa è improprio, si dovrebbe dire asceta?

Guruji: Molte persone pensano di essere degli yogi ma in realtà non lo sono perchè sino a quando sono legate alla mente, e specialmente alla mente giudicante “questo è bene questo è male”, sono molto lontani dall’essere degli yogi.

venerdì 18 novembre 2011

Intervista a Sri Swami Vishwananda (Verona 2011)


D: Puoi spiegare chi sono i Deva?

Guruji: I Deva sono “fulgori” (manifestazioni splendenti ndr.) del Divino e sono presenti ovunque, in tutte le piccole cose e compiono i loro doveri.

Voi li chiamereste angeli: per esempio agli angeli sono assegnate certe attività. La miglior parola per Deva è “elementi” o costituenti del Divino; essi hanno dei compiti distinti.

D: Tu sei in contatto con i Deva?

Guruji: Si… certo.

D: I Deva abitano anche sul pianeta Terra?

Guruji: Si, vivono sul pianeta Terra.

D: Con dei corpi umani?

Guruji: Qualche volta si manifestano anche con dei corpi umani. Ma raramente, perché non possono compiere i loro doveri se si manifestano. Lo stesso succede per gli Arcangeli: gli Arcangeli non si possono manifestare in forma umana, se non per un breve periodo, perché sono destinati ai loro doveri.

D: Prendono un corpo fisico attraverso il metodo "classico" o ne aggregano uno?

Guruji: Si incarnano normalmente.

giovedì 17 novembre 2011

Intervista a Sri Swami Vishwananda (Verona 2011)


Durante l’evento con Sri Swami Vishwananda a Mozzecane (Verona), Swami ha rilasciato una intervista per la rivista TOTEM. Probabilmente molti di voi conoscono la trasmissione radiofonica conosciuta sotto lo stesso nome, trasmessa ogni domenica, e nata ai suoi tempi dalla collaborazione di due scrittori/giornalisti di riconosciuta fama: Giorgio Medail e Giorgio Cerquetti.

Carlo Tessitore, giornalista della rivista, accompagnato da Silvia che ha scattato alcune foto per l’articolo, ha incontrato Guruji e gli ha posto delle domande veramente molto interessati.

Per problemi inerenti l’ambito editoriale, la rivista TOTEM purtroppo non viene più pubblicata e quindi si pensava che i devoti di Guruji dovessero rinunciare a conoscere i contenuti dell’intervista. Con una disponibilità e un’apertura veramente inusuale nel mondo dell’editoria, ci è stato invece dato il nulla osta nell’utilizzo dell’intervista per il nostro blog, decisione impreziosita dalle parole di Carlo “non siamo forse per la libera diffusione degli insegnamenti dei maestri? Questa intervista è per l'intera umanità!”.

Da parte nostra crediamo che non sia comunque stato un caso incontrare persone come Giorgio e Carlo, con la loro sensibilità, disponibilità e apertura, qualità che siamo certi si stanno, forse lentamente ma inesorabilmente, espandendo nella nostra società occidentale e che presto connetteranno tutte le persone portatrici di questi grandi cambiamenti.

Da oggi e nei prossimi giorni posteremo i vari brani dell’intervista.

Domanda: Chi sei tu?

Guruji: Cosa desideri sapere su chi sono io, perché la domanda è molto ampia…

D: Quello che senti di dover rispondere a questa domanda

Guruji: io sono qui per spargere amore. Questo è quello che io sono.

D: Come mai hai deciso di diventare Swami?

Guruji: Nella cultura tradizionale Hindu ci sono diversi modi di diventare Swami, si può studiare e diventare Yani Swami che è uno Swami che diffonde la conoscenza. E c'è un altro tipo di Swami: essere nati come Swami. Anche se si nasce per fare un determinato lavoro devi comunque essere iniziato perché non si può semplicemente dire che si è uno Swami. Perchè sono diventato Swami? Non ho scelto io di esserlo ma è stata la Volontà Divina a decidere che lo fossi e il mio Guru Mahavatar Kriya Babaji ha scelto che lo divenissi.

D:Qual è il tuo messaggio al mondo occidentale?

Guruji: Il mio messaggio al mondo occidentale e al mondo intero è l'amore. L’amore è semplice, è facile.. non hai bisogno di cambiare nulla per amare. Spesso quando le persone parlano dell’amore dicono: “O santo cielo, se devo amare Dio devo cambiare questo e quello” No, non c’è bisogno di cambiare nulla, si deve solo amare.

E il messaggio per il mondo, specialmente per il mondo occidentale, è quello di uscire dalla mente ed essere nel cuore.

E ciò che Cristo ha sempre detto: non giudicate e non sarete giudicati. Questo invece è quello che la gente fa più spesso, nella vita di tutti i giorni: giudicano continuamente, ogni cosa, e ci si rende così schiavi di sé stessi.

domenica 13 novembre 2011

Non abbiate timore!


Che fortuna che Dio ti abbia scelto per essere su un sentiero spirituale. Ma non finisce solo qui, perchè sul cammino spirituale, spesso ho visto persone molto timide, molto timorose a dire che sono su questo percorso. Hanno timore di dire che amano Dio. Bene, se sei timido a dire che sei su un percorso spirituale e che ami Dio, dov'è la fiducia? Dov'è la fede? Dov'è la fiducia in te stesso? Non si dovrebbe mai aver paura di dire che si ama Dio, perchè questa è l'unica cosa, Lui é l'unico che potete amare, davvero.

Sri Swami Vishwananda

venerdì 11 novembre 2011

L'apparizione di un enorme Sri Yantra negli USA

Durante un workshop sullo Sri Yantra tenuto a Mosca, Guruji ha raccontato dell’apparizione di un enorme Sri Mantra sul letto di un lago prosciugato nell’Oregon (USA). Il primo a notare l’incedibile apparizione è stato un pilota della Air National Guard, in sorvolo sulla zona il 10 agosto 1990. lo Sri Mantra misurava un miglio di larghezza ed era inciso sul lato est del letto prosciugato del lago di Steens a circa 70 km sud est di Burns, Oregon, in una zona conosciuta come il bacino montano di Mickey. La misteriosa incisione venne identificata come un’antica icona indù, lo sri Yantra.


Un enorme e perfettamente formato antico mandala indù chiamato Sri Yantra è stato scoperto inciso nel letto di un lago asciutto da un pilota della Air National Guard durante un normale allenamento eseguito in una base vicino a Boise, Idaho. Questo simbolo misura più di un quarto di miglio di lunghezza (0,4 km), e consiste di oltre 13 miglia (21 km) di linee incise della profondità di 25 cm nel fango impattato. Un gruppo di 5 artisti provenienti dallo Iowa ha cercato di rivendicare la responsabilità dell’apparizione del simbolo dicendo di aver scolpito l’intero disegno durante un periodo di nove giorni. Ma nessun pilota o chiunque altro ha riferito di aver visto durante i loro sorvolamenti una qualsiasi fase della supposta costruzione. Le analisi della formazione delle linee dello yantra ha indicato che il terreno era stato rimosso, mentre il metodo utilizzato come dimostrazione dagli artisti dello Iowa, ha prodotto piccoli tumuli di terra su entrambi i lati delle linee.

mercoledì 9 novembre 2011

Una buona abitudine


Rendila un'abitudine: Il primo pensiero quando ti alzi alla mattina, rivolgilo a una Divinità che senti vicina. Se conosci il tuo Ishtadev, pensa al tuo Ishtadev. Se hai un Guru Mantra, canta una volta il tuo Guru Mantra. E se il tuo Guru ti ha detto chi è il tuo Ishtadev, stabilisci una connessione con Lui. Così il Maesto farà il suo lavoro su di te dovunque tu sia. Anche se tu non sei vicino al Maestro, anche da lontano, Lui farà il suo lavoro.
Sri Swami Vishwananda

lunedì 7 novembre 2011

La Saggezza dell'Amore - Mahavatar Babaji

PER OTTENERE UNA VISIONE MIGLIORE CLICCATE SULL'IMMAGINE

domenica 6 novembre 2011

Aiutare Madre Natura


Ma perché si resta bloccati nella negatività? Pensi che questo ti porterà qualcosa di positivo? Dal momento che non ti porta positività, questo coinvolge anche la natura. E quando la natura viene colpita, ciò interessa anche questo mondo, l'ambiente che ci circonda. Allora, immagina quanto, dentro di te, puoi cambiare velocemente e non solo per te stesso, ma per influenzare la realtà esterna e cambiarla; immagina, se tu diventi positivo, quanto ciò sarà d'aiuto alla Madre Terra, a Prakriti, a Madre Natura. Moltissimo.
Sri Swami Vishwananda

giovedì 3 novembre 2011

La dolcezza del Guru


Godete del nettare (del Guru), godetevi la Sua dolcezza. State ricevendo qualcosa che contribuirà al vostro risveglio e al vostro progresso, per raggiungere i Piedi di Loto del Signore, l'adempimento della vita umana, l'adempimento dello scopo per cui vi siete incarnati qui. Altrimenti la vita è sprecata.
Sri Swami Vishwananda

lunedì 31 ottobre 2011

La Saggezza dell'Amore - Sri Swami Vishwananda

PER OTTENERE UNA VISIONE MIGLIORE CLICCATE SULL'IMMAGINE

domenica 30 ottobre 2011

Canta il suo nome!

Canta sempre il Nome di Dio, così che sulle tue labbra ci sia sempre il Nome Divino. Quando il Nome Divino è sempre sulle tue labbra, non avrai tempo di pensare alle cose negative, a meno che non ti piaccia pensarci, perchè vedi, più pensi alle cose negative, cosa succede? Diventi sempre più negativo, sempre più depresso, sempre più aggressivo e tutto ciò rende te, e anche il mondo stesso, infelice.
Sri Swami Vishwananda